Normativa Cookie
Questo sito utilizza i cookies, leggi. Proseguendo con la navigazione, si accettano tali cookies Accetto
19
Feb
2015

Yahoo! è il motore di ricerca predefinito di Firefox negli USA

Yahoo! aumenta il traffico di ricerca grazie a Firefox, segnando un punto a favore di Google che cala di 0.4 punti percentuali.

Secondo la società di ricerca StatCounter Global Stats, dopo anni di indiscussa supremazia da parte del colosso di Mountain View, Yahoo! recupera terreno segnando negli USA un +10,9% di ricerche a gennaio 2015, dopo soli due mesi dall’accordo stilato con Firefox.

Infatti, gli utenti statunitensi che navigano con il browser Firefox hanno il motore di ricerca Yahoo! nelle impostazioni predefinite, così da determinare l’aumento di visite più alto degli ultimi 5 anni.

Sono ormai lontani tempi in cui Yahoo! e Bing combattevano ad armi pari con il concorrente Google, che oggi rappresenta più del 70% delle ricerche su internet; dunque la strategia messa in campo da Yahoo! mediante la partnership quinquennale con Firefox potrebbe contribuire ad accorciare le distanze ormai divenute siderali con il primo motore di ricerca.

Anche se non è stata rivelata la natura dell’accordo e questi riguarda solo la zona degli Stati Uniti, quello di Yahoo! potrebbe essere un investimento di enorme entità, se si pensa che nel 2012 Google aveva sborsato una cifra pari al 90% del totale delle sue entrate, stimate intorno ai 300 milioni di dollari, per siglare l’accordo mondiale con Firefox per diventare il motore di ricerca predefinito del browser.

Yahoo! ha poi introdotto alcune nuove funzionalità di ricerca progettate ad hoc per Firefox e offre supporto per alcune peculiari capacità del browser, come ad esempio la navigazione non tracciabile; inoltre, da una nota resa ufficiale, l’obiettivo comune è quello di lavorare per “l’integrazione di prodotto e l’espansione nei mercati internazionali”.

La CEO Marissa Mayer ha definito l’accordo con Firefox la strategia di mercato più significativa per Yahoo! da 5 anni a questa parte, che potrebbe apportare importanti cambiamenti e aumentare la quota di mercato del search engine della società: “Crediamo profondamente nella ricerca che è per noi un’area di investimento, di opportunità e di crescita. Non vedo l’ora di osservare le innovazioni che potremo creare insieme (a Firefox)”.

Da un’ulteriore indagine condotta da StatCounter solo per gli utenti di Firefox emerge che, dall’inizio dell’accordo (dicembre 2014) a gennaio 2015, Google perde il 18% di ricerche passando dall’81,9% al 63,9%, lo stesso 18% che guadagna Yahoo! Che raggiunge il 28,3%.

Le cose non stanno certamente così in Italia, dove Google domina indiscusso la scena con il 94,12% delle ricerche, in quanto il 53,2% delle ricerche viene effettuato utilizzando il browser del colosso di Mountain View, Chrome; a seguire Firefox con il 19,78%; IE con il 17,5%; Safari con il 7,39% e Operacon l’1,04%.

Se però Yahoo! dovesse diventare anche il motore di ricerca di Safari, come ci anticipa il New York Times, ci potrebbe essere la possibilità di una vera e propria inversione di tendenza globale.

DOVE
Via Longhi 14/a
40128 Bologna (BO) Italia
CHIAMACI
tel +39.051.538403
fax +39.051.7459506
SCRIVICI
info@dmlogica.com