Normativa Cookie
Questo sito utilizza i cookies, leggi. Proseguendo con la navigazione, si accettano tali cookies Accetto
28
Jun
2018

Internet, al secondo posto come mezzo pubblicitario in Italia

Si conferma l'importanza di Internet per il mercato Media

Nel 2017 l’internet advertising si conferma come secondo mezzo pubblicitario in Italia, raggiungendo una quota pari al 34% del mercato; al primo posto c'è la Tv con il 48%, al terzo la stampa con il 13%, al quarto la radio con il 5% (sono dati forniti dall'Osservatorio Internet Media del Politecnico di Milano, presentati in occasione del convegno “Internet Media, avanti tutta, ma avanti tutti").

 

Su Internet si possono indirizzare messaggi in modo mirato

Si conferma e rafforza quindi la crescita del mercato della pubblicità online, che rappresenta più di un terzo dell’intero comparto pubblicitario italiano. Di cosa parliamo quando parliamo di pubblicità online? I dati ci dicono che questo mercato è controllato sostanzialmente da due attori: Google e Facebook. Al di là di questo, il settore è molto articolato, comprende tanti strumenti (l'email marketing, il search engine marketing, il social media marketing, il mobile advertising...), tutti con una loro efficacia nel colpire il giusto bersaglio, nel raggiungere le persone giuste. È proprio questa la forza della pubblicità che viene veicolata tramite Internet, quella di poter indirizzare messaggi di marketing promozionale ai consumatori (utenti, navigatori, lead, prospect...) in modo mirato.

 
La pubblicità in Rete è efficace, misurabile, scalabile

Fare pubblicità in Rete consiste nell'ideare annunci (vale a dire banner, annunci testuali, link e altri formati pubblicitari) che hanno lo scopo di attirare utenti verso il sito aziendale, dove potranno interessarsi a prodotti/servizi offerti. Ma perché questo tipo di advertising si sta dimostrando più attrattivo rispetto alla pubblicità via Tv, radio e stampa, quindi diffusa sui media tradizionali? L'efficacia della pubblicità online sta in gran parte in 3 vantaggi principali:

  • consente di realizzare una comunicazione mirata, che punta direttamente al target di riferimento; praticamente si può confezionare un messaggio su misura (se non addirittura personalizzato) per l'utente cui è indirizzato
  • consente un monitoraggio costante e preciso, di modo che si può capire quando interrompere la campagna, quando ottimizzarla, modificarla, quando aumentare il budget perché si stanno ottenendo risultati concreti in termini di conversione
  • consente di controllare i costi in modo molto scrupoloso, ad esempio le campagne PPC (pay per click) permettono di fissare un budget limite e di pagare una cifra prestabilita solo quando gli utenti effettivamente cliccano sull'annuncio pubblicato, quindi una volta ottenuto il risultato richiesto all'annuncio.

 

Digital marketing, uno strumento a misura di PMI

Certo, lo scenario della pubblicità online è in continua evoluzione, oggi ad esempio si stanno affermando sempre maggiormente gli annunci sui motori di ricerca (dove AdWords, il servizio online di advertising di Google, la fa da padroni) e sulle piattaforme social (Facebook Ads e LinkedIn Ads, per fare due esempi) grazie alla loro reale efficacia, dimostrata e misurata. Soprattutto, a differenza di Tv, radio e stampa, la pubblicità su Internet è realmente alla portata delle PMI, che possono – se aiutate da una strategia di comunicazione digitale ben definita – puntare a far crescere il proprio business investendo budget limitati (quelli che una volta venivano investiti nella creazione di volantini promozionali, manifesti, brochure, opuscoli, annunci sulla stampa, spot su emittenti locali, ecc.), e, cosa da non sottovalutare, scalabili e totalmente controllabili.

 

DOVE
Via Longhi 14/a
40128 Bologna (BO) Italia
CHIAMACI
tel +39.051.538403
fax +39.051.7459506
SCRIVICI
info@dmlogica.com