Normativa Cookie
Questo sito utilizza i cookies, leggi. Proseguendo con la navigazione, si accettano tali cookies Accetto
24
Apr
2012

Google su Twitter: 20 mila siti hackerati

In seguito alla notifica lanciata su Twitter pochi giorni fa da uno dei membri del Search Quality Group di Google, Matt Cutts, il quale ha denunciato un attacco hacker alla sicurezza informatica, i webmaster di 20 mila siti web hanno ricevuto un’e-mail in cui si invita loro a controllare il codice sorgente dei propri siti al fine di individuare eventuali anomalie.

Come riferisce il testo dell’e-mail inviata da Google ai 20 mila webmaster che gestiscono i siti in questione, potrebbe verificarsi la presenza di una parte di codice JavaScript non autorizzato che reindirizza il sito verso pagine esterne contenenti virus di tipo malware: “in particolare ogni file contenente eval(function(p,a,c,k,e,r). Questo codice potrebbe essere stato inserito in file HTML, JavaScript o PHO, quindi è importante eliminarlo immediatamente nel caso venga trovato al loro interno”.

Ultimamente Google aveva infatti registrato un picco di siti con reindirizzamenti verso pagine con contenuti non autorizzati o spam, un problema che il webmaster non può verificare in quanto il reindirizzamento avviene solo quando al sito si accede tramite motore di ricerca e non digitando direttamente il dominio; inoltre, persino i server che ospitano questi siti sarebbero a rischio, dunque è necessario che chi riscontra qualsiasi tipo di comportamento anomalo del proprio sito segnali subito il problema. 

Secondo quanto dichiara il portavoce di Google Mark Jansen, non sarebbe la prima volta che si verificano episodi di questo genere ed è dunque di fondamentale importanza per Google aiutare i webmaster a risolvere problemi di sicurezza sul web.
DOVE
Via Longhi 14/a
40128 Bologna (BO) Italia
CHIAMACI
tel +39.051.538403
fax +39.051.7459506
SCRIVICI
info@dmlogica.com