Normativa Cookie
Questo sito utilizza i cookies, leggi. Proseguendo con la navigazione, si accettano tali cookies Accetto
08
Mar
2012

Android in scena al Mobile World 2012

Il Mobile World Congress di Barcellona è l’expo più importante al mondo di tecnologie mobile, che quest’anno si è svolta dal 27 febbraio al 1° marzo e ha ospitato i Big dell’ industria dei dispositivi portatili.

Tutti presenti tranne Apple, che ha optato per un’assenza strategica in vista dell’imminente presentazione del nuovo iPad 3 (in anteprima mondiale il 7 marzo), e tutti pronti a mostrare nuove idee, nuovi prodotti e nuove strategie per ciò che ormai risulta indispensabile da ogni punto di vista: la connettività.

Quest’ultimo aspetto è stato sviluppato ampiamente proprio da Eric Schmidt, CEO di Google, in un discorso in cui ha spiegato come, soprattutto a livello politico e sociale, lo scambio di informazioni e l’accessibilità alla rete siano due fattori determinanti nella vita delle persone.
Del resto sono proprio i dati a confermare questa centralità dei connected device nel quotidiano della società globale contemporanea: il totale dei dispositivi mobile attivati nel mondo è a quota 300 milioni, di cui 850.000 è la cifra che attesta i dispositivi Android attivati ogni giorno; 450.000 sono le applicazioni presenti nel marketplace contate nell’ultimo anno, contro le 150.000 dell’anno precedente.

Cifre da capogiro che fanno presagire un futuro in cui ogni umano, in qualsiasi parte del mondo, sarà permanentemente connesso a una banda larga o sfruttando il p2p, con un dispositivo che arriverà a costare meno di 20 dollari e che funzionerà mediante energia solare: questo è quanto viene auspicato e in un certo qual modo promesso da Schmidt, con il suo “no “ secco a una casta digitale.

Questa tendenza a considerare internet alla portata di tutti sarebbe in linea con l’essenza stessa di Android, sia in rapporto al fattore economico dato che, grazie alla forte collaborazione con Samsung, Google è in grado di proporre un prodotto performante a prezzi inferiori rispetto ad Apple, sia in rapporto al fatto che la piattaforma Android è costruita sul modello dell’Open Source.

Come sostiene il vice presidente per la product strategy di Samsung Hankil Yoon, se questo discorso si può riferire agli smartphone, per i quali i risultati delle vendite sono soddisfacenti, si può fare ancora molto sul piano dei tablet che ancora non si avvicinano alla fetta di mercato conquistata dall’iPad. Saranno infatti messi in commercio i nuovi ibridi smartphone-tablet "Phablet" e Galaxy Note da 5 e 10 pollici provvisti di penna elettronica, che puntano a nuovi approcci alla didattica e allo sviluppo di applicazioni per la piattaforma e-learning.
DOVE
Via Caduti di Amola n. 11/2
40132 Bologna (BO) Italia
CHIAMACI
tel +39.051.538403
fax +39.051.7459506
SCRIVICI
info@dmlogica.com